Pensa anche ai tuoi piccoli amici.
Riserva loro le stesse amorevoli cure e attenzioni che hai per un bambino
Per i piccoli animali domestici, riserva loro le stesse attenzioni che hai per un bambino. Essi non sanno del cambiamento di casa, prepara una borsa con dentro del cibo, dell’ acqua e le loro piccole cose che solo tu conosci bene.
Se il trasferimento richiede una lunga percorrenza e l’ animale non è abituato a viaggiare, tieni a portata di mano dei sacchetti di plastica e dei tovagliolini di carta per i suoi piccoli bisogni. E se l’animale non è poi tanto piccolo…organizzati prima scegliendo bene sia la tempistica che la maniera di realizzare lo spostamento senza farlo soffrire inutilmente, eccoti alcuni suggerimenti:
Gli animali domestici e non…se possiedi un animale domestico, ricordati che anche per lui il trasloco è un momento traumatico e che lo stress però può essere drasticamente ridotto grazie ad una buona pianificazione. Mantieni regolari le sue abitudini: se è abituato a giocare in determinati orari, continua a farlo, non spostargli gli orari dei pasti e tanto meno non cambiargli, di colpo, il gusto di quello che deve mangiare. Se pensi di non trovare il suo alimento preferito comprane un pò di scorta, non troppo ma la giusta quantità per permettere l’ eventuale adattamento al nuovo sapore.
riduce la possibilità di fuga Il giorno del trasloco, meglio qualche giorno prima, può essere una buona idea quella di lasciare il tuo animale da un amico o da un parente a lui familiare, o meglio ancora in una pensione. Questo riduce la possibilità di fuga dovuta allo stress, derivante dal trambusto del trasloco e della sua preparazione: via vai di persone che non conosce, mancanza di coccole e attenzioni che solo tu gli dai, freddo o caldo, mancanza di movimento. Il tuo “compagno ” andrebbe rinchiuso per evitare problemi con gli operai e per evitargli la fuga. Prima di addentrarti completamente nei problemi esecutivi del trasloco fissagli una visita dal veterinario per un attento e completo esame, verifica la validità delle vaccinazioni e qualora il trasferimento sia di lunga percorrenza chiedi consigli appropriati per il viaggio. Fatti consigliare un nuovo veterinario, meglio se già conoscente del tuo o appartenente alla sua categoria o associazione. Qualora il trasloco sia da realizzarsi in un’altra nazione, richiedi al veterinario le copie delle registrazioni dell’animale ed i certificati delle vaccinazioni. Potrebbero servirti qualora fossi fermato per controlli alla dogana, là dove ancora c’ è, esempio: SVIZZERA. Informati anche se può essere necessario l’ uso di tranquillanti per il trasloco, e in caso di risposta positiva, sperimentalo alcuni giorni prima per verificarne l’efficacia. Assicurati di avere una quantità sufficiente di medicine, se ne fa uso, eviterai corse inutili e fastidi al tuo animale.
durante il viaggio durante il trasloco ed il relativo spostamento, dai al tuo animale la quantità e il tipo di cibo che ti ha consigliato il tuo veterinario, se non lo ha fatto CHIEDIGLIELO. Evita assolutamente le temperature estreme, non lasciarlo fermo in auto in pieno inverno o estate, il troppo freddo o il troppo caldo non gli giovano di certo. Durante il viaggio, si dovrebbe fare sempre come previsto dal codice della strada, è meglio trasportare il tuo animale in una delle apposite scatole o gabbie limitando così gli sbalzi di temperatura e i colpi d’aria. Se invece utilizzi una scatola, assicurati che sia robusta e praticagli dei fori per garantire il ricambio d’aria. Se infine devi viaggiare per molte ore, è preferibile, per l’animale, che sia tu a trasportarlo sulla tua automobile, e se programmi di viaggiare per più di un giorno e trascorrere la notte in albergo, anticipatamente informati sulla possibilità di portare in stanza l’animale.

LASCIA UN COMMENTO