COME RISOLVERE L’INQUINAMENTO CASALINGO

Allergie,Igiene, muffa e macchie, Come risolverle? Soffrite di asma e allergie?

Fate un bel respiro, migliorate la qualità dell’aria e l’inquinamento casalingo! …

Tale allergie non possiamo evitarle in città, in auto, in ufficio o in ambienti pubblici, ma almeno a casa cerchiamo di fare un bel respiro. Iniziamo col dire che l’aria all’interno della casa più delle volte è contaminata più dell’area esterna.

Come risolvere l’inquinamento casalingo?

L’inquinamento casalingo ha tre fonti principali:

Prodotti per la pulizia, la prima fonte la creiamo noi con le nostre attività quotidiane nel pulire casa adoperando prodotti chimici e nocivi.

Tanti prodotti li usiamo quotidianamente come: detergenti e profumi, deodoranti per profumare l’ambienti e in più ci aiutiamo ad inquinare col fumo di sigarette.

 

Tutti questi prodotti nocivi sprigionano numerose particelle organiche che si disperdono nell’aria.

Ovviamente respirando l’aria di casa assumiamo tutte quelle particelle che sono causa di reazioni allergiche, problemi respiratori ed altri effetti.

La seconda fonte che causa asma e allergie è dovuto dai materiali con cui è stata costruita la nostra casa, dalla pittura sui muri, e della polvere e acari che si formano nella moquette e tappeti, essi sono tutti costituenti da cui si liberano sostanze chimiche che sono essere nocive per la nostra salute.

Terzo ed ultimo fattore va attribuito agli elettrodomestici, quali: impianti di riscaldamento, caldaie e scaldabagno, anche i condizionatori sprigionano particelle nocive, per questo vi consigliamo di pulire periodicamente i suoi filtri,

Noi passiamo gran parte della giornata all’interno di spazi chiusi, ed è per questo che dobbiamo essere attenti di salvaguardare almeno la nostra casa rendendolo un ambiente pulito e senza particelle volanti che respiriamo quotidianamente.

Iniziamo col suggerirvi di prodotti naturali come il bicarbonato di sodio, l’aceto o il limone e di eliminare prodotti chimici.

Questi prodotti naturali non solo non sono tossici ma sono anche economici dando un risultato eccellente per la pulizia della nostra casa.

Altro consiglio, è opportuno ogni giorno arieggiare gli ambienti lasciando le finestre aperte almeno 30 minuti, questo permette di rinnovare l’aria e di asciugare l’umidità limitando la formazione di muffa.

Da non trascurare la pulizia di tappeti e la moquette, essi vanno aspirate ogni almeno una volta a settimana, le tende vanno lavate almeno una volte al mese, da non dimenticare di far arieggiare quotidianamente coperte e cuscini.

Cosa utile e avere delle piante in casa, esse hanno la capacità di diminuire le sostanze tossiche formando una barriera protettiva che impedisce la propagazione degli agenti inquinanti.

Al proposito vi consigliamo alcune piante ficus e clorofito, che non solo sono decorative, ma hanno la capacità di neutralizzare particelle chimiche che si formano nella moquette, da vestiti lavati a secco o dai rotoli di carta assorbente.

LASCIA UN COMMENTO