E’ tutto pronto. La mobilia è lucida, la casa è spolverata e la ditta di traslochi è pronta a preparare il trasferimento verso la vostra nuova abitazione. Vi girate per salutare per l’ultima volta il vostro datato alloggio, avvisate il padrone di casa che state per andarvene e aprite la porta ai traslocatori. E’ un nuovo inizio. Ma qualcosa non va come previsto: sono lenti, inefficienti, sporcano e danneggiano qualche mobile, magari nella loro goffaggine urtano fra di loro e non soddisfano appieno le vostre aspettative. Non è ciò che meritate.

Cosa caratterizza davvero una buona ditta di traslochi?

Come nel caso di molte ditte di traslochi nella provincia di Caserta, le principali qualità di cui un’azienda si può far forte sono l’efficienza, la rapidità, l’essere dotati di personale pronto e celere, la sicurezza sul posto di lavoro e, soprattutto, la serietà. Una buona ditta di traslochi si muoverà in tempo, addirittura diversi mesi prima, per capire come svolgere il trasferimento nel migliore dei modi: pianificherà l’attività nei minimi dettagli, senza sottovalutare le difficoltà del trasloco stesso e la quantità di oggetti che la famiglia ha accumulato nel corso degli anni. Inoltre, una buona ditta di traslochi, nell’ambito del rispetto dell’ambiente, utilizzerà materiali riciclabili, come casse di plastica riutilizzabili, invece di scatoloni di cartoni o di altri materiali che danneggiano l’ecosistema.

ditta di traslochi

In questo ultimo caso, il traslocatore si prenderà anche carico di assicurarsi che tali materiali siano smaltiti in maniera corretta e sicura. La ditta non utilizzerà autovetture a bassa emissione di anidride carbonica, come i classici camion che inquinano a livelli estremi: a tal proposito, moltissime aziende tecnologicamente all’avanguardia e dalla forte apertura mentale, si stanno dedicando alla condivisione di camion con altre imprese o persone, per risparmiare e ridurre al minimo l’inquinamento anche durante il tragitto. Le medesime aziende cercheranno anche di affidarsi a compagnie di corrieri locali o internazionali, per risparmiare ulteriormente. L’azienda ridurrà al minimo l’utilizzo della carta di giornale per gli imballaggi e cercherà, invece, di utilizzare carta riciclata che, oltretutto, non macchia l’oggettistica sotto trasferimento.

Attraverso questi semplici e appropriati metodi, la ditta di traslochi risparmia oltre al quaranta percento del costo complessivo delle attività: in tal modo, non solo riduce l’inquinamento e viene etichettata come azienda pro-green, ma ha maggiori possibilità di crescita, ed è in grado di pagare stipendi più alti ai propri dipendenti e smorzare la concorrenza.

In definitiva, le ditte di traslochi che assecondano i protocolli a favore dell’ambiente sono le stesse che hanno più possibilità di crescita all’interno del settore.