Qual è il momento dell’anno migliore per fare un trasloco?

Normalmente la stragrande maggioranza dei traslochi viene effettuata durante il periodo estivo sia perché le ore di luce sono maggiori sia perché il clima, salvo rari casi risulta favorevole (nessuno, se non costretto, vorrebbe fare un trasloco con indosso giacconi pesanti e magari con 30 cm di neve per terra).

Questo fa si che se ci si affida ad una ditta di traslocatori professionisti occorre tenere presente che molti altri sceglieranno lo stesso periodo e quindi bisogna concordare e pianificare tutto con largo anticipo per non doversi accontentare dell’unica ditta che magari è disponibile perché ha i prezzi sensibilmente più alti degli altri.

Statisticamente sarebbe anche meglio evitare gli ultimi giorni del mese per lo stesso motivo: infatti chi trasloca, soprattutto per questioni lavorative, e’ portato a traslocare pochi giorni prima di iniziare un nuovo lavoro nella nuova città.Una cosa importante da tenere presente se si hanno bambini e’ il fattore di adattamento alla nuova sistemazione: sono loro infatti che più possono subire il trauma del cambio di nido e quindi sarebbe meglio evitare questa operazione in periodi per loro già stressanti come la fine dell’anno scolastico o l’inizio di attività extra scolastiche che li impegnano particolarmente. I bambini con meno di 5 anni , in questo senso, sono molto più adattevoli di bambini con il doppio di anni.

Se non potete scegliere il periodo caldo cercate perlomeno di evitare periodi in cui il 90% dei giorni sono normalmente piovosi. C’e’ il forte rischio che gli scatoloni si bagnino durante le operazioni di spostamento con conseguente danneggiamento del contenuto.